24
Thu, Aug
Homa Bay - overlook Helping programme Homa Bay - The forest

Homa Bay - overlook

Helping programme

Homa Bay - The forest

Storia della Missione di Homa Bay

La Missione di Home Bay nasce dal cuore di Dio che ha messo un desiderio non comune al Pastore ed apostolo Daniel Oyoko, di cominciare a cercare la faccia del Signore. Dopo avere frequentato il corso seminario teologico della Chiesa Battista, ed avere conseguito una formazione di stampo evangelico, sentiva che vi era qualcosa di diverso della sterile lettura fredda e vuota. Così comincia nel campo a fare delle esperienze che via via lo portano a conoscere meglio la grazia di Dio e la potenza della Sua resurrezione. Per grazia divina nasce così la prima opera, piccolina, che comincia a crescere raggiungendo un certo numero di proseliti anche se all'interno cominciano a nascere delle faide che nel vangelo non dovrebbero esserci. Qualche "fratello" comincia ad organizzare un gruppo separatisti e comincia a spaccare la chiesa principale che, comunque regge alla diverse spaccature e trova un suo equilibrio fondamentale nella guida divina che porta pian piano il nostro apostolo Daniel Oyoko a fondare altre 11 chiese in Kenya, (FOTO MISSIONE CENTRALE). 

Fra le diverse Chiese periferiche che sono state costituite, una delle prime è stata l'opera condotta dal Pastore George Otieno Auma, che con la moglie reggono una chiesa in periferia sempre di Homa Bay in un luogo molto interno e difficile da raggiungere dove il popolo seppur umile, tende ad accettare il Signore ed il messaggio del Vangelo, (FOTO THIDHIA).

Accanto la Sede Thidhia, nasce una seconda sede, la Chiesa Jeshua di Amoyo, condotta dal Pastore Silfanus Mboya, che con sua moglie continuano a combattere strenuamente per portare avanti una battaglia nel nome del Signore. Le riunioni si tengono ogni domenica in un edificio che veniva usato come magazzino dove riponevano aiuti umanitari americani e che occasionalmente viene ancora utilizzato a tal fine. Questo fa capire molto chiaramente il disagio di quelle zone e la povertà dilagante che non permette certo di soddisfare le esigenze dei più bisognosi. Eppure i soldati di Cristo non demordono. Continuiamo a pregare e a combattere, (FOTO AMOYO).

Una terza Opera che nasce dopo tante preghiere ed intercessioni, è la Chisa Jeshua di Mikei, dove il Pastore Ochieng Ogony sta compiendo un ottimo lavoro nel Signore. La chiesa nasce tre anni fa, e i fedeli anche qui, dove regna molta povertà si riuniscono ogni domenica in un locale commerciale, in attesa che Dio provveda qualcosa di diverso e di migliore. Nella fattispecie però la predisposizione all'evangelizzazione e alla conquista di nuove anime sembra essere al centro della Chiesa di Mikei, dove ogni membro resta sempre attivo in tal senso, (FOTO MIKEI).

Anche nella Chiesa di Medida si ha un problema similare. La Chiesa si riunisce in un luogo che è contemporaneamente utilizzato come Scuola Primaria pubblica, anche qui non esistono delle buone strade, ma il gruppo sta crescendo. La chiesa viene condotta dal Pastore Simion Auma, che coltiva il mais per vivere per se e la sua famiglia. Contemporaneamente ciba anche parecchie persone indigenti. Preghiamo che il Signore possa mandare frequenti visite in modo tale che l'Evangelo cresca e che noi possiamo essere di contributo. (FOTO MEDIDA)

La Chiesa Rangenya è una delle più piccole dell'intero movimento in Kenya, e il pastore locale è Peter Agolla, coadiuvato in questo dalla propria compagna, donna molto attiva nel servizio al Signore. La Chiesa è piccola ma si riunisce in un luogo povero ma appartenente alla Chiesa stessa come si vede dalle foto dietro il gruppo. Questa zona è stata dominata dagli avventisti del settimo giorno e dai battisti e cattolici, dunque la Chiesa Jeshua di Rangenya è l'unica chiesa indipendente presente nella zone e richiede le nostre continue preghiere in merito, (FOTO RANGENYA).

La chiesa di Ngei fra le mille difficoltà riscontrate come nelle altre Chiese, ha in più il problema che in quel luogo non esiste un luogo in cemento per riunirsi come chiesa, per cui la gente si riunisce sotto la tenda che se nei mesi estivi "è sopportabile", nei mesi invernali diventa una specie di trappola per i piccoli e le donne visto il freddo che c'è e visto anche che le persone non hanno soldi sufficienti per comprare vestiti adeguati. Preghiamo che questa opera possa crescere nel Signore Gesù, (FOTO NGEI).

C'è anche la Chiesa Jeshua Nyadorera, sita nel Paese Siaya, con il pastore anziano Dalmas Owuor e famiglia, e il pastore assistente Martin e famiglia, entrambi costoro stanno lavorando in un luogo difficile, e le persone sono molto ricettive alla parola. Da dove viviamo alla chiesa Jeshua Nyadorere, Paese Siaya, ci sono 4 ore di macchina. Una cosa è molto bella e piacevole, e cioè che la congregazione qua è molto competente e sta tentando di fare del suo meglio per evangelizzare all'esterno. Il Pastore Dalmas e la moglie sono insegnanti di scuola pubblica e il Pastore Martin e famiglia combattono per la vita. Dio li benedica. Preghiamo per i piccoli e giovani li che crescano nella parola di Dio, (FOTO NYADORERA).

La Chiesa Jeshua Kamsama insiste su una realtà diversa dalle altre, e con notevoli difficoltà in più in quanto, nonostante sia una congregazione crescente, trova moltissima difficoltà nel contrasto con musulmani che spesso creano danni notevoli. Non hanno ancora una chiesa vera e propria e si riuniscono in luoghi di fortuna. Il Pastore Peter Otiko viene assistito da un altro Pastore, Okomo Nyakawa, entrambi agricoltori che vivono e sopravvivono della raccolta di prodotti da piccoli giardini coltivati direttamente. Sebbene la povertà sia dilagante, pure questi due uomini stanno servendo davvero il Signore in modo unico essendo molto umili e miti. Preghiamo che l'Eterno che provvede possa provvedere una sede per la Chiesa Kamsama, (FOTO KAMSAMA).

Abbiamo anche la Chiesa Kamasi, guidata dal Pastore Bernard Olielo. La chiesa nasce in una zona molto rurale del Kenya, dove non esiste acqua potabile e dove molto spesso si va avanti nella più totale ed assoluta miseria. Ma la gente sembra ed è davvero innamorata del Signore. Maggiore la povertà maggiore l'attaccamento a questo Signore che non lascia e non abbandona mai. Il Pastore con la moglie e i suoi tre figli fa una certa fatica ad andare avanti, me tutti uniti diventeo una forza . (FOTO KAMASI).

Recentemente, per diretta rivelazione da parte del Signore, ha sentito una spinta verso il movimento Jeshua, cominciando a contattare il Pastore Gabriele. Dopo diversi mesi di preghiera e attesa, pian piano il Signore ha lavorato nei cuori di ogni interessato alla questione rendendo via via il tutto possibile. Ad oggi la missione di homa bay è in stretta collaborazione spirituale con il movimento Jeshua .... riportiamo, in lingua inglese le parole espresse dal Pastore Daniel. 

We are thanking the Lord Who had connected me,Pastor Daniel Oyoko since last year 2015 in face book, in prayers to the Lord and requests for Chiesa Evangelica Jeshua Movement to be started in Kenya, so it was through some prayers, questions to be answered, and through some requests from Bishop to us to give him time for discussions, and my wife and I and the congregations became very patient in waiting to hear from the Bishop Gabriele, while again passing through some understanding on what it really means to be in Fellowship, that its reality is communion and sharing spiritual gifts altogether to build the reality of our Fellowship with us from you in Italy to us in Kenya. God bless you so much, for having started Fellowship of one walk and relationship and one unity.