20
Mon, May

chiesa

  • Bibbia resiste al fuoco - Bible fireproof

    Un fuoco intenso ha bruciato una Chiesa. Questa chiesa si trova a Crothersville, in Indiana, e si chiama Lighthouse Tabernacle. L'edificio della sala culto ha cominciato a prendere fuoco con fiamme alte tre metri e il fuoco ha divorato tutto. O, almeno, i pompieri pensavano che il fuoco avesse divorato tutto se non che con grande loro sorpresa hanno trovato la Bibbia utilizzata nella predicazione perfettamente intatta. Charles Densford - CApo squadra dei vigili del fuoco impegnati nel recupero dell'edificio, ha dichiarato che "questa storia ha dell'incredibile". In effetti, diverse Bibbie nell'ufficio pastorale sono rimaste incredibilmente intatte. L'Evangelista Sam Stegall con il pastore Jerry Miles, non credono ai loro occhi. Dio è grande.

    Tratto da acocenter cristianos

     

    An intense flame has burned a church. This church locates in Crothersville, Indiana, and its name is Lighthouse Tabernacle. The building of the worshipp room started to be burned with three high meters flames and the fire has devoured everything. Or, at least, fireworkers thought fire has burned everything but with their great surprise they found out that the bible usually used for the sermon was in normal condition. Charles Denford - the chies fireworker involved in the restoring of the building, has declared that this story has got something of incredible. In effects, several Bibles in the pastoral office were found ouy to be incredibly saved from the fire. Evangelist Sam Stegall with the Pastor Jerry Miles, they do not believe to their eyes. God is great.

    Drawn from Acocenter cristianos

     




  • Consacrazione Locale Acqua dei Corsari

    Con immensa gioia ci ritroviamo ancora a ringraziare Dio per come rinnova le sue compassioni e la sua infinita bonta’,dopo tanto travaglio ed attesa del tempo di Dio siamo pronti per dedicare il nuovo locale di culto delle Chiesa Jeshua “acqua dei corsari” che si trova a Palermo proprio nelle vicinanze della Gelateria Azzurra in via Messina Marine ; la Dedicazione del nuovo locale di culto avverra’ sabato 20-02-2016 presiedera’ il Pastore Presidente dell’0pera Jeshua Gabriele Paolini e vedra’ l’intervento di diversi servi di Dio al fine di ottemperare a quanto e’ contenuto nella Bibbia ovvero “Salmi 133:1 ECCO, quant'è buono, e quant'è piacevole, Che fratelli dimorino insieme!” .Lo scopo e la vita della nascente “Chiesa” e’ quello della propagazione della “pura Parola di Dio” e vedra’ diversi appuntamenti settimanali, a tal fine ,il lunedi alle 18:00 lo studio biblico il mercoledi e venerdi alle 18:30 la riunione di culto e la domenica mattina alle 10:30 l’immancabile momento di lode e di culto al nostro Signore Gesu’ . il locale ha un piccolo nido per gli agnellini di Dio ,dove per grazia potranno essere insegnati nelle sue vie, un’ambiente molto particolare creato a misura di bambino ….non vi sveliamo nulla…….venitelo a vedere voi stessi …. ..un solo anedotto ; mentre si lavorava per l’assemblaggio della pedana del pulpito con delle travi di legno in una di esse che stava per essere lavorata si e’ riscontrata una figura molto familiare ai cristiani primitivi …il nodo del legno formava l’immagine di un pesce (come si puo’ vedere in foto )…cio’ e’ stato molto incoraggiante per i fratelli che hanno lavorato affinche’ ogni cosa fosse pronta per il giorno della dedicazione ….vuoi saperne di piu’?? vienici a trovare ….Gesu’ ti aspetta!!

  • Da che parte vuoi stare?

    "Da che parte vuoi stare?"
    Matteo 24:29/35
    "Subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole si oscurera', la luna non darà più il suo splendore, le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno scrollate. Allora apparirà nel cielo segno del Figlio dell'uomo e tutte le tribù della terra faranno cordoglio e vedranno il Figlio dell'uomo venire sulle nuvole del cielo con gran Potenza e gloria..." Il ritorno di Dio è imminente, l tempo della grazia sta per scadere, é in arrivo il giudizio di a Dio, davanti al Suo tribunale da quale parte vuoi stare? Sarai tra i giusti o tra i peccatori? Sarai assolto o condannato? Sarai "coperto" e "lavato"dal sangue di Cristo o coperto dalle brutture del mondo? Scegli ora da quale parte vorrai stare prima che sia troppo tardi!!!

  • Derubare il Corpo di Cristo

     

    I Corinti 12:14-21

    Ogni giorno ti alzi dal letto, ti lavi, indossi i tuoi vestiti, fai colazione, parli con i tuoi, magari leggi il giornale, poi vai al lavoro e fai altre mille cose di routine, ogni giorno. Allo stesso modo il tuo corpo, ogni giorno, compie miliardi di azioni che, proprio perché sono di routine, sembrano e sebrerebbero scontate. Ci sono parti del corpo più apprezzate altre meno, ma tutte svolgono una funzione fondamentale e sono interdipendenti le une dalle altre.
    Ora, anche nella chiesa ci sono persone più in vista e persone meno in vista. Persone che si sentono non qualificate e non all'altezza. Prorpio a queste oggi rivolgo il mio pensiero. Voi che non vi sentite all'all'altezza, che restate nascoste senza fare quello che dovreste, state derubando il corpo di Cristo. Si, lo state derubando del vostro contributo... A voi stessi sembrate inutili e insignificanti, invece il vostro Dio vi ha qualificato e CI TIENE a voi. TIENE e CHIEDE che voi tutti facciate quello cui siete stati chiamati.

    Smettiamola di derubare il corpo di Cristo e cominciamo a lavorare la Sua vigna.

    Pastore Gabriele

  • Donne più longeve se ...

    Uno studio condotto dalla Università di Harvard, compiuto su un campione statistico di 75.000 donne La conclusione della ricerca degli esperti di Boston è destinata a fare tanto scalpore dato che la percentuale di mortalità si abbassa di circa il 33% riguardo a quelle donne che frequentano una chiesa per più di una volta a settimana.
    La notizia, che non può passare inosservata, in realtà è abbastanza ben spiegabile proprio attraverso la parola di Dio stessa Che ci informa adeguatamente sul fatto che seguire Cristo significa vivere una vita con meno vizi. E, I vizi sono portatori di mortalità. Nulla da stupirci allora, semmai dobbiamo prendere questa "scoperta" come una conferma di ciò che già chi segue Cristo sa benissimo.
    Arrendiamoci alla grande mano di Dio e vedremo anche da questo punto di vista un netto miglioramento delle nostre condizioni di vita.

  • Frequentare una Chiesa?

    Hai mai pensato se è corretto frequentare una Chiesa ovvero fare un indipendente cristiano che si chiude nell'eremo della propria stanza o magari va a trovare saltuarialmente qualche comunità? La domanda può trovare risposta nella Parola di Dio sebbene non esista uno specifico comando o consiglio in merito alla frequenza di una Chiesa. Di contro, però, esistono alcuni aspetti che ci inducono a pensare che ogni cristiano dovrebbe frequentare una Chiesa assolvendo anche al grande mandato del Signore "andate per tutto il mondo e predicate l'Evangelo ad ogni creatura, (Marco 16:15-16).

    Gesù, innanzitutto ha stabilito la chiesa come Istituzione pubblica e terrena per affermare e visionare coloro che professano di credere in Lui, (Matteo 16:18-19Matteo 18:15-20).

    Gesù ha stabilito la Chiesa per dichiarare pubblicamente coloro che credono in Lui per dare al mondo la visione della Buona Novella  (Giovanni 17:21-23Efesini 3:10). Gesù vuole che il mondo sappua chi appartiene a Lui e chi no. Gesù ha un Piano per il Suo popolo e per la Sua chiesa.

    Le Scritture ripetutamente comandano ai cristiani di sottomettersi ai loro conduttori (Ebrei 13:17I Tessalonicesi 5:12-13). Come potrebbe essere questo se non si frequenta una Chiesa? I 120 dell'alto solaio erano riuniti insieme, (CHiesa) quando ricevettero lo Spirito Santo o la promessa di potenza, (Atti 2:1-2).

     

     

  • I funerali della Chiesa

    Un giovane Pastore, dopo avere compiuto gli studi relativi alla sua formazione servendo nel campo il Signore sotto la guida di diversi uomini di Dio, un giorno, venne chiamato per il suo incarico. Venica da una chiesetta piccola ma con anime dedite alla Parola e che cercavno di restare sempre attivi nel servizio al popolo e nella casa del Signore. Un ottimo modello che aveva sempre compiaciuto la comunità nella quale la chiesetta risultava inserita, e il giovane cominciava già a fantasticare quanto sarebbe stato bello potersi occupare di anime nuove adesso concretizzando quell'amore che sentiva esplodere nel proprio cuore.

    Prese la moglie, Clarissa, un po più "inesperta" nel campo del servizio a Dio e molto scettica e timorosa, e, mentre erano insieme per pregare e leggere la Scrittura, ella aprì la sua bocca per parlare: "E se non fosse tutto così roseo come ce lo immaginiamo?" - continua - "in fondo noi veniamo da una comunità stabilita da molti anni, e il fatto stesso che in quella nuova chiesa molti non sono mai andati, lascia pensare che qualcosa non funzioni".

    "Non avere paura" - concluse il marito Steve.

    "Noi non stiamo andando a cercare la nostra gloria ma la gloria del Signore, dunque di cosa dobbiamo noi temere?" - aggiunse Steve.

    "hai ragione, marito mio, io forse mi lascio prendere dalla mia timidezza e dimentico che Dio sa come fare ogni cosa nuova" Terminò Clarissa.

    Entrambi si decisero ad accettare l'incarico e dopo due giorni scelsero di prendere il pulmann anziché il treno per potere meglio riflettere sui luoghi che andavano a trovare. Non appena arrivati, videro che la Chiesa era abbastanza fatiscente. Non c'erano grossi danni, ma vi era una ostentata trascuratezza. Brutto segno, pensò Steve. La trascuratezza della Casa di Dio, per quanto possa sembrare esagerato a tanti, è un chiaro indice del fatto che i suoi ospiti non amano davvero la casa del Signore. Ma tenne per se quel pensiero e si sforzò di pensare che tutto fosse colpa di mancanze di risorse ovvero proprio di trascuratezza dovuta alla mancanza di un PAstore che governasse la situazione. Era Martedì e decise che in una settimana di lavoro intenso sarebbe riuscito a rendere ospitale la Casa del Signore. Aveva fondi a sufficienza grazie alle donazioni che i fratelli della chiesa di partenza avevano offerto nei suoi confronti e decise senza indugio di investirli nella nuova chiesa in modo tale da dare un segnale forte a coloro che l'avrebbero frequentata.

    "Purtroppo non riusciremo mai in una sola settimana a evadere tutte queste cose" sentenziò clarissa.

    "Perché non inviti i volenterosi a farsi avanti e dare una mano?" concluse la moglie

    Il suggerimento era molto corretto, e Steve lo avrebbe seguito volentieri, ma qualcosa dentro di lui gli diceva quasi quasi che avrebbe fatto un buco nell'acqua, e, come ogni capitano che si rispetti, preferiva mettersi d'avanti e farlo al posto di tutti per far comprendere una prima importante lezione di fraternità e di collaborazione nella Casa del Signore fra i fratelli. Lavorarono suramente per cinque giorni, notte e giorno e domenica mattina la chiesa era pronta. Aperta, ricettiva, profumata, piena di fiori. Ma nessuna anima si presentò.                                            La disperazione era davvero enorme e la delusione si leggeva in faccia del Pastore e della moglie. SI misero sotto il pulpito, si presero per mano, e pregarono il Signore. Ma la verità è che quella preghiera era una preghiera fredda, la mente dei due volava verso eventuali problemi e circostanze, ai motivi che non avevano fatta funzionare la cosa. Il Lunedì, a colazione, Steve chiese alla moglie se non fosse stato il caso di preparare un invito personale da portare personalmente a ciascuna famiglia, in modo tale da essere sicuri sia del fatto che conoscevano i nuovi orari di culto, sia del fatto che non vi erano altri problemi "nascosti". Fecero il giro, avevano la lista dei fedeli della Chiesa, una ottantina di persone, mica poche anime! Andarono per tutta la settimana instancabilmente di casa in casa, e per i volantini e le spese di trasferimento, essendo loro appiedati, avevano ulteriormente roso il budget assegnato arrivando ai minimi termini. Ma non disperarono e continuarono a girare. Ad ogni incontro ne scoprivano una nuova: la moglie era a letto, il marito lavorava, il figlio era troppo discolo e gli animi si esagitavano sempre, insomma classiche scuse di chi mette al primo posto se stesso o la propria vita anziché il Signore stesso. La delusione continuava a montare nel capo del Pastore anche perché si rendeva conto del circolo vizioso che Satana aveva instaurato nei fedeli: creava problemi marginali, loro si bloccavano per quei problemi, non frequentavano la chiesa privandosi di ascoltare la Parola di Dio e con ciò stesso si indebolivano nella fede riuscendo sempre meno a superare le prove e le difficoltà.                    La domenica successiva, comunque, riuscirono a contare 14 anime nella casa del Signore. Beh, non era il massimo, ma era un punto di partenza perché si muovesse qualcosa. La settimana successiva, stranamente, anche quelle anime che erano venute accampavano scuse, e finalmente una vecchietta che faceva parte del gruppo che aveva frequentato la settimana prima, esordì dicendo che in quel paese l'unico motore per fare muovere le persone da casa era la curiosità! Lei stessa era venuta in chiesa la domenica prima per vedere come era stata risistemata la Chiesa!    Inutile sottolineare lo sconforto pulsante di Steve e di sua moglie Clarissa. Passarono la sera davanti al camino, pensando e rimuginando a come fare per destare la curiosit della gente e farla venire in Chiesa per ascoltare la Parola di Dio. Ma non veniva nessuna idea fino a che Steve non si ricordò di una lettera che gli era stata data dal suo mentore spirituale, e che non aveva ancora letta. Chissà perché ma pensò che in quella lettera ci fosse la risposta. E la lesse proponendosi di metterla in pratcica anche se gli fosse risultata "fuori luogo". La lettera non diceva molto se non che Steve doveva stare attento al fatto che la gente non facesse morire l'amore di Cristo con la propria negligenza e abbandono.

    "Ricorda loro che non devono fare un funerale a Cristo, ma che lui è vivente, siamo noi i morti!" Prese quella lettera tra le mani, la strinse, pianse e finalmente cominciò ad esultare chiamando la moglie e dicendole di preparare un altro volantino con una bara al centro e con un invito a presenziare al funerale della Chiesa che si sarebbe celebrato la domenica successiva. Passarono i giorni e i due ragazzi avevano speso anche le ultime riserve per quel materiale, era davvero l'ultima spiaggia per loro, e lo sapevano. Recapitarono i messaggi a tutti fedeli e non nel Paese. La domenica successiva la cheisa era stracolma, tutta di gente che voleva vedere  i funerali della Chiesa, e soprattutto chi era morto davvero! Così il Pastore fece accomodare tutti quanti, un paio di fratelli della settimana precedente lo aiutarono a uscire anche altre sedie visto che la gente era troppa questa volta, e molti dovettero restare fuori non potendo entrare nel luogo di Dio. Cominciò la predicazione sulla vita del redentore e sulle cose che a Lui dispiacciono. Molti erano annoiati di sentire sempre quello che avrebbero dovuto fare.  Molti non volevano davvero cambiare, e molti concludevano che avrebbero avuto tempo per poterlo fare, magari proprio in punto di morte! Alla fine del messaggio, molto potente e ispirato dallo Spirito, il PAstore chiuse il servizio ma la folla mormorò dicendo: "vogliamo vedere il cadavere"! E il PAstore, di tutto punto, rispose serenamente che se questo era il loro desiderio, si sarebbero dovuti mettere in fila indiana, e vedere il morto uno dopo l'altro, e dargli l'estrema unzione, perché quello che vedevano nella bara era morto per davvero non avendo ubbidito alla PArola di Dio. Tutti ancora più curiosi, entrarono ubbidendo alla voce del Pastore e si misero in prima fila. Tra i primi quella vecchietta della domenica precedente, che appena vide "il cadavere" cominciò a piangere e si mise in ginocchio chiedendo pietà a Dio. Così anche per tutti gli altri.... finalmente la folla mormorò era trppo curiosa non poteva aspettare,.... e il PAstore finalmente parlò: "nella bara c'è un grande specchio, ogni volta che vi passate davanti vedete voi stessi che siete morti per la vostra dissolutezza nel contemplare il Regno di Dio e nel cercarlo". Io vi ho fatto i funerali.

    Da quel giorno quella divenne una chiesa piena zeppa di fedeli e attiva in ogni modo e maniera nel campo del Signore.

     

     

     

     

     

  • Il giusto culto

    L’Apostolo Paolo scrive :
    • Ebrei 10:25 non abbandonando la comune nostra raunanza, come alcuni son usi di fare; ma esortandoci gli uni gli altri; e tanto più, che voi vedete approssimarsi il giorno.
    In molti identificano l’adunanza come un recinto religioso ,definito perfetto in modo settario , ove ricevere particolari attenzioni da parte di Dio ,discriminando ogni altro luogo dove viene predicata la pura e sana dottrina apostolica ,ovvero Cristo Gesu’ crocifisso e risorto ,attribuendo ad un luogo o ad un uomo la particolare “dote” della salvezza dell’anima , classificando tutto cio’ che e’ al di fuori di quel recinto religioso come non buono e, proveniente dal maligno ………..ma cosasi intende biblicamente per “Adunanza” ? intanto la parola adunanza nel vocabolario italiano e’ chiara e definisce L’adunarsi ordinato di persone, di solito in locale chiuso, per discutere intorno a questioni d’interesse comune: nel caso dell’adunanza dei “santi” il tema e’ Cristo!! …pertanto dove e’ predicato Cristo crocifisso e risorto per la salvezza del credente e’ adunanza dei “santi “ ovvero :Nei primi tempi del Cristianesimo, il termine santo indicava genericamente qualsiasi cristiano, in quanto "santificato", cioè "messo da parte", "appartato", "consacrato".
    L’adunanza dei santi non e’ altro che l’nsieme di coloro che si sono appartati per rendere culto a Dio.
    • 1Corinzi 1:2 alla chiesa di Dio, la quale è in Corinto, a' santificati in Gesù Cristo, chiamati santi; insieme con tutti coloro, i quali in qualunque luogo invocano il nome di Gesù Cristo, Signor di loro, e di noi;
    • 1Corinzi 14:33 Perciocchè Iddio non è Dio di confusione, ma di pace; e così si fa in tutte le chiese de' santi.
    • Efesini 1:4 In lui ci ha Dio eletti avanti la fondazione del mondo, acciocchè siamo santi, ed irreprensibili nel suo cospetto, in carità;
    e viene subito e di spontanea deduzione l’identificazione dell’adunanza con il raggruppamento del “Corpo di Cristo” ovvero delle membra –credente che forma il Corpo-Chiesa di Cristo
    • Romani 12:4 Perciocchè, siccome in uno stesso corpo abbiam molte membra, e tutte le membra non hanno una medesima operazione,
    • Romani 12:5 così noi, che siam molti, siamo un medesimo corpo in Cristo; e ciascun di noi è membro l'uno dell'altro.

    Ora in virtu’ di cio’ che abbiamo letto possiamo dire che “adunanza dei santi “ e’ l’insieme dei fedeli che formano il Corpo di Cristo-chiesa ,riuniti per offrire culto Dio secondo come la Parola ci insegna:
    • Ebrei 12:28 Perciò, ricevendo un regno che non può essere scosso, siamo riconoscenti, e offriamo a Dio un culto gradito, con riverenza e timore!

  • La morte della Chiesa

    Quando vai da un dottore, ciò che viene fatto è prendere la misura dei parametri vitali per stabilire la tua salute. Se questi sono sballati bisogna correre ai ripari.
    Allo stesso modo se vivi in una Chiesa dovresti avere il polso dei suoi parametri vitali per verificarne il suo stato di salute. Se questi ultimi sono fuori fase allora significa che la Chiesa sta morendo.
    Vogliamo darti alcuni suggerimenti:

    1. Si parla del passato più che del futuro - Quando la nostalgia dei tempi che furono prende il sopravvento sulla visione, allora la morte è vicina.
    2. Ci si sforza più di mantenere i fedeli nella Chiesa piuttosto che vincere anime nuove in Cristo Gesù - Senza un continuo flusso di anime nuove l'estinzione è imminente.
    3. Non c'è attenzione per l'evangelizzazione e per le missioni - una chiesa che non investe nell'evangelizzazione è sulla strada per morire.
    4. La Chiesa è costituita soltanto da persone anziane - Dio è per ogni età... se nella Chiesa trovi soltanto persone che rappresentano una epoca passata l'agonia è sul punto di prendere il sopravvento.
    5. Non ci sono nuovi talenti emergenti - Pastori nel piano di Dio allevano continuamente nuovi talenti per il futuro.

    La morte di una chiesa è qualcosa di estremamente triste. Ecco perché occorre aprirsi gli occhi e correre ai ripari ove qualcuno dei precedenti segni si stia manifestando nella tua Chiesa.

  • Palermo Zisa: trasferimento sede

    Ringraziamo il Signore perché dopo diversi anni nei quali il Signore ha data possibilità al Pastore Matteo Terzo di combattere il nemico attraverso la storica sede di Via gaetano Mosca 32, (zona Piazza Indipendenza - Palermo), adesso la battaglia continua nei nuovi locali di Via Cardinale Tomasi 93, proprio accanto allo storico contesto del Castello Zisa, per grazia di Dio.

    Gli orari dei servizi restano immutati, sempre Martedì e Giovedì alle ore 18:30 e la Domenica alle ore 10:30. Per qualsiasi problema a carattere spirituale potrete contare sul supporto del Pastore Matteo e di sua moglie Antonella, una coppia sempre molto attiva nel campo del Vangelo.

    I mezzi di cui abbiamo disposizione non sono tanti, ma quello che abbiamo ricevuto dal Signore in dono lo diamo esattamente come in dono lo abbiamo ricevuto. Per un contatto via mail o per sapere il numero di cellulare dei responsabili dell'Opera, potrete clikkare sul link sottostante. Dio vi benedica

    CONTATTI

  • Storia della Chiesa di Belpasso

    Belpasso, paesino nell'entroterra siculo alle spalle del Vulcano Etna. Una zona dove il Vangelo è stato predicato e dove continuano a permanere delle piccole realtà che cercano di portare avanti il messaggio di Cristo Gesù il Signore. Il locale, affittato dal responsabile della Chiesa, Pastore Fabio Cuscona, è un immobile che precedentemente era già stato adibito a chiesa evangelica proprio dal suocero del fratello Fabio. La chiesa, anche se piccolina, si contraddistingue nel modo in cui i fratelli affrontano e hanno affrontato le diverse sfide che si sono proposte man mano che la realizzazione del locale prendeva corso. Inutile dire che le difficoltà non sono mancate e non mancano, ma siamo certi che colui che ha cominciata un'opera la porterà a compimento per amor del Suo nome stesso. I lavori di ristrutturazione del locale sono stati quasi completamente operati dallo stesso responsabile e dal fratello Davide, Diacono dell'opera. La moglie del Pastore Fabio, Gabriella Giuffrida, insieme ad altre sorelle dell'opera, costituisce la corale della neonata chiesa.  La presenza anche di altre realtà locali nello stesso Paese ha indotto il Pastore Fabio a cercare la conversione di anime in altri paesini vicini, come Nicolosi, dove attualmente si opera in riunioni a livello familiare e si continua a pregare perché Dio compia un'opera nuova e qualche altra Chiesa possa nascere nel nome di Gesù. Recentemente, da segnalare, anche un gruppo di fratelli delle isole Mauritius che hanno comunione con il Pastore Cuscona ed hanno iniziata una collaborazione. Infine, ma non ultimo, la sorella Gabriella Giuffrida, insieme alla presidentessa della Associazione A.N.G.E.L.I., sorella Angela Viscuso, hanno cominciato consulenze di aiuto e opere umanitarie contro la violenza. Dio benedica questi cari servitori di Dio.

  • Storia della Chiesa di Cinisi

    Era una serata di intensa pioggia quando un caro fratello e servitore di Dio, Salvino Lombardo, viene spinto a parlare con un fratello del Paese di Cinisi, che conduceva una piccola saletta con qualche anime, fratello Vincenzo Evola. Il fratello avvertì subito qualcosa che lo attirava, e insieme si sono recati a parlare con il Pastore Gabriele per iniziare una collaborazione nel Signore. Grazie a Dio che quando si propone di lavorare per il Signore, non ci si tira mai indietro, nonostante tutte le difficoltà del caso. Il Pastore Gabriele insieme con il fratello Salvino, si sono riuniti in preghiera anche con gli altri giovani del Gruppo Giovani della chiesa di Capaci. Dopo avere sentito la spinta del Signore, si sono cominciate ad organizzare giornate evangelistiche nelle quali i giovani hanno davvero messo a soqquadro l'intero Paese portando la Buona Novella del Cristo. Dopo diverse settimane nelle quali i ragazzi pregavano nella piazza centrale e poi si dividevano in gruppi di due portando il consiglio di Dio, piano piano alcune anime timidamente hanno cominciato a chiedere qualche visita domiciliare per preghiera e per consulenza nella Parola di Dio. E, per quanto possibile, ciò è stato fatto. Pian piano si sono andate recuperando anime che erano perse ed altre che si sono convertite lasciando il loro passato peccaminoso intriso nei vizi del mondo.

     

    Pian piano la chiesetta ha preso forma, anche grazie alla intensa collaborazione del Pastore locale, fratello Paolo Coppola con il team dei giovani, Michele, Vincenzo e Antonio e Salvino Lombardo. Dopo diversi mesi di intensa attività con evangelizzazioni pubbliche in piazza testimoniate dalle foto nella sezione gallery, il fratello Evola Vincenzo è migrato negli USA, in maniera temporanea, per continuare la sua missione evangelistica e a curare i suoi figli che si trovano li. Come risultato ha affidato totalmente la gestione della Chiesa al movimento Jeshua contento e convinto della preziosa collaborazione. Dopo che gli stessi ragazzi si sono impegnati in una opera di ristrutturazione dell'immobile che oltre alla sala culto ha anche delle altre sale e spazi il rientro inaspettato del fratello Evola ha costretto a lasciare i locali per iniziare una attività indipendente in via salvatore Badalamenti 108. Attualmente la chiesetta continua la sua opera e proprio nel 2017 una intensa opera evangelistica dovrebbe contribuire a farla crescere.

     

    Michele Cangemi

  • Storia della Chiesa di Marsala

    Ogni cosa che nasce, deve crescere. Piano piano, e dopo moltissimi sforzi, il Pastore Andrea Marino è riuscito a far sopravvivere quella testimonianza alla quale Dio lo aveva chiamato negli anni, dopo esperienze negative che lo avevano fatto escludere da alcune cerchie evangeliche. La chiamata di Dio però è sempre senza pentimento, e quando qualcosa viene dal Signore deve naturalmente sfogare e portare frutto. Ringraziamo il Signore per questa opera a Marsala, che continua ad essere luce in questo paese dove molto spesso il nome dell'Eterno è stato abusato.

    La presenza di un centro di immigranti ha permesso al Pastore locale, Andrea Marino, di potere portare l'evangelo fra gli immigrati che molto spesso fanno parte almeno per il periodo che sono nel Paese di Marsala, di questa realtà cristiana trovando un giusto conforto spirituale. La Cheisa adesso trova un valido collaboratore nel giovane Gabriele Licari, nipote del PAstore e ragazzo molto promettente che già da giovanissimo si spende nell'interpretazione dei messaggi proprio per quelle anime che parlano inglese e che non comprenderebbero l'Italiano, vista la loro precarietà.

  • Storia della Chiesa di Turbigo

    Ringraziamo il Signore anche per questa nuova chiesa che conquista una delle città più importanti di Italia, anche se molto restia ad accettare il Vangelo del Signore Gesù Cristo. Il Pastore Carlo Conigliaro, insieme a sua moglie Ada, hanno mostrato un impegno fuori dal comune per potere portare avanti una chiesa da soli senza avere nessun tipo di aiuto o di sostegno. MA proprio per amore dell'opera e del Signore, e a costo di mille sacrifici sia personali che economici, hanno cercato di dare il loro massimo fino a potere raggiungere un obiettivo che chiaramente sembrava improponibile. Proprio in questo mese di gennaio, con la grazia del Signore e la Sua volontà è stata aperta la Chiesa in provincia di Milano, in una zona molto favorevole e ospitale, dove già la gloria di Dio non ha tardato a manifestarsi. Adesso aspettiamo che i segni e i prodigi del Signore suggellino quella che ò la casa che Lui si è scelto in quelle contrade. GRande opera di evangelizzazione e grande spirito di collaborazione si manifesta tra i diaconi e i fratelli preposti al servizio.