23
Fri, Apr

Nella Bibbia, la Parola di Dio, troviamo scritto che Dio considera un giorno come se fossero mille anni, e mille anni come se fosse un solo giorno. Sapendo che il Signore non misura il tempo come facciamo noi, è bene non sciuparlo in attività vane per poi subire il suo giudizio

Sr. Claudia

"FRATELLI, SE UNO VIENE SORPRESO IN COLPA, VOI, CHE SIETE SPIRITUALI, RIALZATELO CON SPIRITO DI MANSUETUDINE
AIUTARE A RIALZARSI" (Galati 6:1)
La lettera ai Galati, dopo i frutti dello Spirito e della carne, evidenzia come un credente deve fare i conti con la propria carnalità (6;1-10) Paolo invita i credenti ad essere familiari con la mansuetudine. Vi è una sottile ironia nell’espressione “voi che siete spirituali” come a voler sottolineare l’infallibilità “presunta” di taluni che non cadono in desideri carnali. A loro sembra voler dire di non inveire contro, sparlando o ferendo, chi è caduto, ma di aiutare a rialzarsi, ponendo rimedio piuttosto che amplificare il danno. A nessuno comunque piace essere ripreso, neanche alla persona più umile. Come credenti, dobbiamo riconoscere con il salmista, che il bastone e la verga del nostro Dio sono quelli che davvero ci consolano e ci aiutano (Salmo23). La riprensione potrebbe essere evitata solo ponendosi fra quelli che non commettono errori e sono attenti alla loro condotta in toto. Proprio a costoro l’apostolo aggiunge: “Bada bene a te stesso, che anche tu non sia tentato” (v.1). Facciamo attenzione alla nostra condotta, perché anche il più forte conosce prima o poi un momento di debolezza. La Scritture invita a portare i pesi gli uni degli altri, in quanto colui che è caduto non solo deve essere rialzato, ma anche sgravato del fratello che porta, attraverso l’aiuto e il sostegno dei “forti” o degli “spirituali”.


Sr.Claudia

 

Gesù è la vita. Ti sei mai domandato cosa sia la vita dell'uomo? Quando l'uomo è ammalato, sofferente, costretto a letto dalla malattia, egli desidera la salute, vale a dire la vita. Quando è rinchiuso in un prigione, in un ospedale, in un qualunque luogo dove sia costretto a restare contro la sua volontà egli desidera la libertà, in altre parole la vita. Ecco quindi la vita dell'uomo ; pur di non perderla egli usa tutte le sue risorse. Egli non vuole pensare che questo tipo di vita finirà un giorno ; questa idea lo rattrista e lo spaventa, cerca di scacciare dalla sua mente la triste realtà della morte. Cosa sarà di te, quando i giorni che ti sono stati assegnati saranno terminati? Dove andrai? Cosa farai,? Cosa sarai? La vita non finisce quaggiù : la vita è eterna! Tu hai bisogno, dunque, della salvezza! Cristo te la vuole donare. Cosa aspetti? Tu pensi di poter vivere a lungo,ma la tua vita terrena, potrebbe finire domani o oggi stesso. Scegli la vera vita : Gesù Cristo!

Frat. Piero

Se errare è umano perseverare è altrettanto umano, si innesca un circolo vizioso. Carissimi a volte nella nostra vita ci ritroviamo a dire sempre le stesse frasi, ad agire negli stessi modi, a ragionare negli stessi modi, creando intorno a noi, un circolo vizioso. Non aggrappiamoci più sulle nostre forze, da soli non possiamo nulla. Nella Parola di Dio, il Signore Gesù ci dice : Venite a me, voi tutti che siete travagliati e aggravati ed io vi darò riposo. ( Matteo 11: 28 ). Affidiamo ogni situazione, ogni cosa , la nostra vita a Cristo Gesù. Spezziamo questo circolo vizioso nel nome di Gesù. Diciamo insieme: " sia fatta la Tua volontà ". Dio ci benedica.

Sr Carmela

Gesù gli disse: «Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me( Giovanni 14:6)

Fratelli e sorelle, Gesù ci sta indicando qual è l'unica strada che porta al Padre, l'unica strada che porta alla salvezza eterna e l'unica strada che porta al Regno dei cieli... tantissimi fratelli e sorelle in questo periodo di buio e di tribolazione hanno abbandonato Gesù. Al capitolo 24 del vangelo di Matteo al versetto 10, la parola è chiara: molti si svieranno, si tradiranno e si odieranno a vicenda...questo è l'inizio di tutto quello che succederà prima che Gesù venga a rapire la sua chiesa, ma la Parola ci dice anche che chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato. Cosa stai facendo della tua vita e nella tua vita? Ti esorto come tuo fratello in Cristo a mettere Dio al di sopra di ogni cosa, ti esorto a portare la sua parola a coloro che sono lontani affinché possano sperimentare l'amore di Dio ed essere salvati. Mettiamo da parte tutto ciò che il mondo ci vuole offrire, tutto ciò che il nemico ci mette davanti, abbandoniamo il peccato e veramente iniziamo a cercare il volto di Dio..vi voglio bene nell'amore del Signore. Dio vi benedica


Fratello B.L.

Al capitolo 6 di Giovanni Gesù fa una potente operazione moltiplicando i pani e i pesci.. Gesù mise alla prova i suoi discepoli ma la mia attenzione questa mattina cade sul verso 26 di questo capitolo dove Gesù risponde alla folla dicendo che Lo stavano cercando SOLO perché aveva provveduto loro del pane e dei pesci , ovvero delle cose materiali.
Fratelli tanti , purtroppo ,lo dico con molto rammarico, cercano Dio solo per convenienze personali, perché stanno aspettando una cosa materiale, quale il lavoro, una casa, una situazione da risolvere, ma pochi, veramente pochi cercano Gesù per lodare il Suo Santo nome per le meraviglie che opera tra noi. DIVENTIAMO OPPORTUNISTI. Gesù aveva mostrato tanti segni di liberazione e di guarigione eppure quella folla lo cercava a motivo del cibo carnale, affinché fossero sazi.
Il vero successo nella nostra vita ,deve essere quello di ricercare Gesù per il cibo spirituale, perché solo questo è fonte di vita, un cibo che sazia l ' anima e ristora il cuore. Che ne vale cercare le cose del mondo ma non avere la gioia del Signore? Puoi gioire e affrontare il mondo se riconosci la bontà del Signore e le opere gloriose che Lui fa in mezzo ai Suoi figli. Se oggi non hai ancora sperimentato Dio nella giusta maniera ,se continui a lamentarti perché non vedi esaudirsi quella richiesta evidentemente c è qualcosa che non va! Fermati ed analizza il tuo cuore davanti a Dio, riconosci che Egli è il Signore dei Signori , il tuo liberatore , il tuo Consolatore, il potente Re di gloria, e abbandona il pensiero di cercarLo solo per una tua convenienza perché non vedrai nulla e sprofonderai in un tunnel di sofferenza.
LODA DIO PER CIÒ CHE LUI È E poi PER CIO CHE LUI FA.


Sorella Valentina Barone

Pace fratello mio e sorella mia, perché stai piangendo? Gesù nostro Salvatore Lui ti dice : oggi perché piangi? Ci sono IO con te, credilo! E tu non dire Signore sono stanco, perché il nostro Signore Gesù Cristo ti invita : " Venite quindi e discutiamo assieme, dice L'ETERNO, anche se i vostri peccati fossero come scarlatto, diventeranno bianchi come neve ; anche se fossero rossi come porpora, diventeranno come lana"(ISAIA 1:18).Quindi perché piangere? Il Signore risolverà ogni cosa, ogni tuo problema, ogni tua situazione. Ma Gesù ti dice "va' e non peccare più!", Gesù ci AMA.


Fr. Piero

Cari amici, cari fratelli e sorelle, oggi riflettevo , pensavo quando si corre ad una gara, si corre per partecipare ma specialmente per arrivare al traguardo. Così dobbiamo essere nelle nostre vite, dobbiamo correre verso Cristo Gesù nostro Salvatore e Signore. Dobbiamo correre verso la meta, verso quel premio eterno, in modo certo, costante e perseverante. Come è scritto nella Parola di Dio: Correte in modo da concquistarlo. Ora chiunque compete nelle gare si autocontrolla in ogni cosa, e quei tali fanno ciò per ricevere una corona corruttibile, ma noi , una incorruttibile (1 Corinzi 9:24-25). Corriamo con gli occhi fissi al traguardo. Guardiamo avanti al nostro Premio Celeste, alla vita eterna. Andiamo al nostro Premio. Dio ci benedica

Sr Carmela

"Vi darò un cuore nuovo e metterò dentro di voi uno spirito nuovo; toglierò dal vostro corpo il cuore di pietra e vi darò un cuore di carne."

 Fratelli e sorelle, questa mattina il Signore mi ha ricordato che entrando a fare parte della sua vita, Lui ha tolto da me e da tutti voi quel cuore di pietra che era rivolto alle cose del mondo, a quella vita piena di bugie, di odio, di attaccamento alle cose materiali e ci ha donato quel cuore di carne, quel cuore semplice, quel cuore ripieno di Amore per Lui e per il prossimo, insomma ci ha modellato a suo piacimento...che grande privilegio e onore aver ricevuto tutto questo! Oggi però il Signore vuole da me e da tutti voi che continuiate ad avere sempre questo cuore nonostante i mille problemi che ci sono ogni giorno.Dio ti ha chiamato/a, non permettere assolutamente al nemico che possa avere la meglio su di te ma piuttosto continua a lodare, ringraziare il nostro Papà perché come lui stesso ti dice: NESSUNA ARMA FABBRICATA CONTRO DI TE POTRÀ AVERE SUCCESSO! Dio ti benedica grandemente, buona giornata nell'amore del Signore

Fratello B.L.

"Prendi il largo, e gettate le reti per pescare." (Luca 5:4)

In questo capitolo della Scrittura vediamo la storia di Gesù che dalla barca insegnava alla folle le cose del Regno e dopo aver finito di parlare diede un comando preciso: GETTATE LE RETI. Lo Spirito Santo mi fa riflettere a tutte quelle volte che il Signore ci dà un comando da adempiere attraverso il pastore o parla a noi stessi che entusiasta iniziamo con il voler servire Gesù per quel determinato compito ma poi ci perdiamo cammin facendo abbandonando ciò che ci è stato affidato o svolgendo malamente il nostro compito. Fratelli, servire Dio non è uno scherzo e quando Gesù ci affida un incarico dobbiamo svolgerlo con amore e dedizione qualunque esso sia, a partire dal pulire la chiesa cosa onorevole. Quando Dio chiama a servirLo dobbiamo rallegrarci pensando di essere stati scelti dal maestro pertanto voglio esortarvi a fare ogni cosa con dedizione ,amore e ubbidienza perché tutte quelle volte che lasci il tuo servizio o non lo fai bene tutto il corpo ne soffre perché siamo un esercito scelto da Dio pronto a collaborare ognuno con i doni , i talenti e i compiti che Gesù ci ha dato.
Gesù DEVE ESSERE il tuo PRIMO pensiero al mattino e prima di organizzare le cose materiali , organizza le cose spirituali senza Dimenticartene perché Gesù non si dimenticò di noi quando morì su quella croce.
Servi Dio con la primizia del tuo cuore, con umiltà e fervenza, con costanza e zelo perché un giorno Gesù terrà conto di ogni nostra azione. Ricorda che c è più gioia nel dare che nel ricevere, Gesù ti benedirà per tutto ciò che farai per Lui, ogni cosa ti sarà ricompensata grandemente.


Sorella Valentina Barone

"Se il mio popolo, sul quale è invocato il mio nome, si umilia, prega, cerca la mia faccia e si converte dalle sue vie malvagie, io lo esaudirò dal cielo, perdonerò i suoi peccati e guarirò il suo paese"(2Cronache 7:14).

DIO non si sta rifendo al mondo ma nella sua Parola Dio si riferisce al suo popolo, si riferisce a tutti coloro che lo amano e lo hanno accettato come Suo personale Salvatore nella propria vita. Spesso però, capita che il nemico riesce a distogliere i nostri pensieri e a farci allontanare dal nostro Padre ma la Parola è chiara...se ritorniamo indietro dalle nostre Vie malvagie lui perdonerà i nostri peccati...quindi questa mattina se in questo periodo di senti angosciato/a, se ti senti triste, se hai un problema e hai posto affidamento solo sulle tue forze, il mio consiglio è di tornare indietro, cerca il Signore e ogni cosa ritornerà al suo posto. Dio vi benedica grandemente! Buona giornata nell'amore del Signore.


Fratello B. L.

Spesso i tanti impegni, le tante situazioni, la stanchezza, ci portano a mettere da parte ciò che è più essenziale nella nostra vita, ovvero la preghiera; Gesù in tante occasioni si metteva in disparte lontano dai discepoli, lontano dalla folla perché sentiva il bisogno di stare da solo ed entrare in comunione con il Padre. Caro fratello, cara sorella FERMATI, Gesù ti sta aspettando... Entra nella tua camera, chiudi la porta e prega il Padre tuo ( Matteo 6.6). Lui parlerà al tuo cuore e ti darà la pace e la gioia e ti ricompenserà in ogni cosa. Dio ti benedica.


Fratello B.L