11
Tue, Aug

Opere degne -- Atti 26:20

Chiesa di Capaci

Se sei davvero convertito a Dio non puoi manifestare qualcosa di diverso. Molti oggi sostengono che si può far ciò che si vuole tanto Dio guarda al cuore. E, senza rendersene conto, cadono in un gravissimo errore. E' vero che Dio guarda al cuore di ogni uomo e non giudica per le apparenze, come molti di noi fanno, (I Samuele 16:7). Ma, Dio guarda al cuore nel senso che non si ferma alla povertà o alla ricchezza, alla bellezza o alla bruttezza, alla grassezza o alla magrezza,... Dio va oltre e vede ciò che il tuo cuore ti ispira a fare. Infatti, Dio stesso nella Sua Parola, ha scritto, rimproverando i Farisei che bisogna nettare il dentro (il cuore), perché l'esterno appaia bello, (Matteo 23:25-26). Dunque, ricordando che la bocca parla di quello che il cuore medita, (Luca 6:45): fratelli, dobbiamo comprendere che NON per una questione religiosa o farisaica ma perché Dio ci ha cambiati dal nostro interiore, dobbiamo cominciare a manifestare le opere di Dio nella nostra vita. Il ravvedimento e la conversione a Dio non possono tacere opere degne del ravvedimento. Paolo, da questo punto di vista, lo testifica proprio nel verso che abbiamo inserito oggi, Atti 26:20. Se le tue opere non sono degne di ravvedimento allora la tua conversione è solo farisaica e non vera. Non basta far finta di mostrare amore. Lo si deve davvero provare.

Pastore Gabriele

Atti 26:20 - ma, prima a quelli di Damasco, poi a Gerusalemme e per tutto il paese della Giudea e fra le nazioni, ho predicato che si ravvedano e si convertano a Dio, facendo opere degne del ravvedimento.

Giacomo 4:8 - Avvicinatevi a Dio ed egli si avvicinerà a voi; nettate le vostre mani, o peccatori; e purificate i vostri cuori, o voi dal cuore doppio!

Luca 6:45 - L'uomo buono, dal buon tesoro del suo cuore, reca fuori il bene; e l'uomo malvagio, dal malvagio tesoro del suo cuore, reca fuori il male; perciocchè la sua bocca parla di ciò che gli soprabbonda nel cuore.

Matteo 23:25-26 -- 25 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, perché pulite l'esterno del bicchiere e del piatto, mentre dentro sono pieni di rapina e d'intemperanza. 26 Fariseo cieco, pulisci prima l'interno del bicchiere e del piatto, affinché anche l'esterno diventi pulito.

 L'ira del SIGNORE si accese contro Israele; ed egli lo fece andare vagando per il deserto durante quarant'anni, finché tutta la generazione che aveva fatto ciò che è male agli occhi del SIGNORE fu consumata. 14  Ed ecco che voi prendete il posto dei vostri padri, razza di uomini peccatori, per rendere l'ira del SIGNORE ancora più ardente contro Israele. 15  Perché se voi vi sviate da lui, egli continuerà a lasciare Israele nel deserto e voi farete perire tutto questo popolo».(numeri 32; 13-15)
Come il popolo di Israele camminò 40 anni nel deserto senza vedere la terra promessa a causa del loro allontanamento da Dio purtroppo allo stesso modo siamo ai tempi d'oggi perché soltanto in pochi cercano Dio ed entreranno nella terra promessa ma chi ancora non lo cerca con cuore sta continuando a vagare nel deserto della propria prova allora se oggi ancora ti senti in quel deserto umiliati davanti a Dio perché Egli vuole risollevarti e farti prendere la giusta via che porta in quella desiderata terra promessa dove sgorga latte e miele. 
 
Fr Tony Anselmo

Oggi viviamo in un continuo stato di ansia e di paura e non sappiamo cosa fare sommersi da situazioni difficili e dai mille  problemi ma il Signore Gesù ci dice : " Non temere, perché io sono con te, non smarrirti, perché io sono il tuo Dio . Io ti fortifico e anche ti aiuto e ti sostengo con la destra della mia giustizia".(Isaia 41:10). La paura nasce davanti a un pericolo reale o immaginario, nasce dal poter perdere il lavoro, da una malattia, può nascere da diverse situazioni ma ora amico, amica è tempo di uscire da queste paure è fidarsi di Dio. Non dobbiamo temere, dobbiamo rimanere calmi perché Dio è con noi. Lui ci sarà sempre. Il nostro Signore Gesù non va mai in ferie. Egli è sempre attento alle nostre richieste, ai nostri SOS . Oggi siamo pronti a lanciare il nostro SOS ? Dio ci ascolterà e ci soccorrerà . Confidiamo nel Signore Gesù ! Dio ci ama.

 
sr. Carmela Coppola

Cosi vuole fare Gesù con noi che nelle sue mani siamo come argilla,ci vuole mettere nel suo tornio iniziando a lavorare su di noi, probabilmente ci darà delle prove che a volte ci sembrano insopportabili e molte volte cederemo a quelle prove divenendo come quell'argilla che non può essere più utilizzata per quel vaso che Gesù voleva fare di noi, ma che non viene buttata ma riutilizzata per un nuovo vaso perché è quello il piano di Dio nella nostra vita, quello di diventare dei vasi ad onore per la Sua gloria, e basta solo poco amico o amica,basta solo che ti lasci ammodellare dal vasaio,allora affida la tua argilla(la vita) a Gesù e lascia che sia Lui a lavorarti e se mentre sei nel tornio(nella prova) non saprai cosa fare ricordati che è Gesù che adesso ha la tua vita in mano perché facendo cosi non solo uscirai dal quel tornio ma alla fine se ti sei lasciato ammodellare da Lui diventerai un bellissimo vaso dove Dio mettera dentro quell'olio di nardo(marco 14;3) prezioso e profumato che è la sua unzione nella tua vita...
fr. tony anselmo

La preghiera non è un monologo, ma un dialogo meraviglioso; Tu invece, quando preghi, entra nella tua camera e chiusa la porta, prega il Padre tuo nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto ti ricompenserà (Matteo6:6). Gesù ci invita ad entrare nella nostra camera, non in cucina né nel nostro salone, ma nella camera proprio perché quello è il luogo più intimo, più appartato dove possiamo parlare con Gesù. 
Ogni giorno quando ti svegli, prega il Signore e inizia la tua giornata mettendo ogni cosa nelle Sue mani, trovando comunione con Tuo Padre. Gesù ti aspetta e ogni giorno aspetta che suo figlio apra la bocca per lodarLo, per ringraziarLo e per parlare con Lui; sicuramente mi dirai che non senti la Sua voce e certamente posso rispondere che se vuoi veramente una risposta da Dio devi aspettare in silenzio e con pazienza bramando la Sua mano e il Suo tocco perché Gesù , così come mi insegnarono all'inizio della mia conversione non è un bancomat, inserisci una carta e prelevi ciò che vuoi; non puoi fare ciò che vuoi e tanto meno non cercare Dio e poi lamentarti perché Lui non ti ha esaudito. Se vuoi risposte alle tue preghiere prima di ogni cosa devi andare ai piedi di Gesù, inchinandoti alla Sua presenza, ringraziandoLo ogni giorno e prima di ogni cosa pregando continuamente per stabilire un' intima e COSTANTE  comunione con Lui!  Ho pazientemente aspettato il SIGNORE,
ed egli si è chinato su di me e ha ascoltato il mio grido.
Mi ha tratto fuori da una fossa di perdizione,dal pantano fangoso;ha fatto posare i miei piedi sulla roccia,ha reso sicuri i miei passi. Gloria a Dio per questo meraviglioso Salmo ! Se vuoi vedere la tua vita trasformata dal Re dei Re allora non rompere il tuo dialogo ma ogni giorno alimenta quel rapporto, quel dialogo , quell' amore unico e inimitabile. 
Fratello , sorella , se questo rapporto con Dio non c è più allora ti invito a riguardare la tua vita spirituale e ritornate al Signore ( Tornate a me e io tornerò a voi, Malachia 3:7) .
Una vita statica, senza dialogo con Dio , non sarà mai una vita benedetta. 
 
Sorella Valentina Barone

Quando andiamo a lavorare cerchiamo in tutti i modi di portare a termine il nostro lavoro in modo da soddisfare le richieste del nostro datore di lavoro che alla fine del nostro operato ci da il quello che ci spetta, ma capita molto spesso che ci troviamo a fare dei lavori che magari non ci piacciono però nonostante ciò li svolgiamo ugualmente per cercare di non deludere il capo perché sappiamo che dobbiamo comunque soddisfare le sue richieste se vogliamo continuare a lavorare per Lui.
Gesù nella Sua parola parla di operai per lavorare in un campo, un campo immenso dove c'e bisogno di molta forza lavoro,di persone che hanno volontà di lavorare e di portare frutto affinché alla fine della giornata l'operaio sia degno del proprio salario(Luca 10; 7). Ma purtroppo per quanto sia grande questo campo gli operai che ci lavorano sono pochi(Luca 10; 2)e nonostante il padrone di questo campo cerca insistentemente operai promettendo una lauta ricompensa soltanto in pochi sono quelli che accettano di lavorare per lui e anche molti di quelli che hanno iniziato a lavorare hanno rinunciato perché non ascoltando i consigli del padrone su come lavorare in modo produttivo hanno trovato troppo faticoso questo lavoro e lo hanno lasciato(Luca 9;62).
Il padrone di questo campo è Gesù e il campo su cui lavorare è il mondo che perisce sotto il giogo del diavolo e siccome Dio vuole che nessuno perisca ma abbia vita eterna in Cristo allora sta chiamando ognuno di noi per ascoltare la Sua parola di salvezza e annunciarla in tutto il mondo per dare a tutti la possibilità di conoscere il messaggio di Cristo e di potersi avvicinare a Lui separandosi da questo mondo che porta solo alla morte spirituale..
Allora caro amico o amica che leggi queste righe ti voglio dire che Dio sta chiamando anche te a lavorare nel Suo campo,il lavoro non è semplice ma leggendo la Sua parola e mettendola in pratica allora quel lavoro non sarà cosi duro ma sarà addolcito e sollevato dalla mano di Dio che non lascia e non abbandona i suoi figli,quindi se stai ricevendo questa proposta non tirarti indietro perché alla fine del tuo lavoro sarà riservata per te una grande ricompensa che è la corona di giustizia(2 timoteo 4; 8 e la vita eterna con Gesù.
A Dio sia tutta la gloria e l'onore amen.
fr Anselmo Tony

Caro amico , amica che stai leggendo si Dio salva. "Ecco, Dio è la mia salvezza ;io avrò fiducia e non avrò paura, perché l Eterno, si, l Eterno è la mia forza e il mio cantico, ed è stato la mia salvezza". (Isaia 12:2). Quanto è importante proclamare questa verità tutti i giorni! Dio è la nostra salvezza, Gesù Cristo è Dio. Egli è il nostro Salvatore, Egli è la nostra salvezza. Non solo ci ha salvati nel passato, ma Egli è la nostra salvezza ogni giorno. Io avrò fiducia e non avrò paura di nulla. Poiché il Signore è la forza e il mio cantico perché Dio è la nostra eredità. Egli è stato la mia salvezza quando mi ha salvato da un incidente mortale, mi ha aperto gli occhi e mi ha fatto vedere Gesù. È venuto per me e non solo per me ma anche per te, caro amico, amica Gesù ci ama e vuole salvarci tutti. Dio stesso :"Voi attingerete con gioia l acqua delle fonti della salvezza". (Isaia 12:3) e ancora troviamo scritto nella Parola di Dio "Ma chi beve dell 'acqua che io gli darò non avrà mai più sete in eterno ; l acqua che io gli darò diventerà in lui una fonte d acqua che zampilla in vita eterna". (Giovanni 4:14). Quindi Dio vuole salvare la tua vita e la tua anima e lui ti invita tutti i giorni a cercarlo con preghiera e con la Parola di Dio che ci nutre e ristora l anima. Dio ci ama di un amore infinito.

Fr. Pietro Coppola

Quando facesti cose tremende che non ci aspettavamo, tu discendendesti e i monti furono scossi alla Tua presenza.
 
Si fratello.... Si sorella... Se stai vivendo, affrontando circostanze difficili.... Dio in questo verso ti dice che Egli fa opere e meraviglie inaspettate;
Ti senti triste, scoraggiato al punto da non sperare più... Da non credere più, ti senti deluso, abbattuto... questo verso ti restituirà la forza  la fede di credere che Dio ha l'ultima parola.
Dio fa opere meravigliose per te.
Dio è l'Iddio di benedizioni inaspettate
Egli è lo stesso ieri oggi ed in eterno
Dio può cambiare la tristezza in gioia quando noi crediamo in Lui.
Quando le cose si fanno più difficili Dio può trasformarle in nostro favore e darci la vittoria.
Dio benedira' la tua famiglia🙏🏼
 
Sorella Giusy

La nostra vita è un viaggio, è quello più serio è quello che ci porta alla presenza di Dio giorno dopo giorno. Il nostro cammino non è alla cieca poiché esso è stato tracciato da Gesù che ci ha detto "Io sono la Via , la Verità e la Vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.(Giovanni 14:6). Gesù per noi si è fatto uomo, è diventato fratello, amico, compagno di viaggio. Ognuno di noi ha una chiamata, un percorso da seguire sta a noi ascoltare e agire. Non basta dire sono un cristiano, ho accettato il Signore Gesù nella mia vita ma dobbiamo crescere passo dopo passo, ricercando Dio con il battesimo nelle acque, cercando il dono dello Spirito Santo, nutrendoci della Parola di Dio, agendo in ogni cosa secondo la sua volontà, naturalmente con preghiere. Un cammino che ci trasformerà passo dopo passo, non facile , è una strada angusta ma ci porterà a lasciare il vecchio io per un io, nuovo trasformato dall amore di Dio. Gesù Cristo è l unico nostro esempio che dobbiamo guardare. Camminiamo con perseveranza, questo viaggio che ci è stato posto davanti con umiltà e obbedienza solo così ci condurrà alla vita Eterna.  

 Sr CArmela Coppola

Io vi battezzo con acqua , in vista del ravvedimento; ma colui che viene dopo di me è più potente di me e io non son degno neanche di portargli i sandali; egli vi battezzerà in Spirito santo e fuoco(Matteo 3:11).
Che meravigliosa promessa! 
Fratello , sorella, forse non ci rendiamo conto della grande promessa che il Signore ci ha fatto! Egli, ci battezza con il Suo Santo Spirito. Lo Spirito Santo ci guida nella vita di ogni giorno, nelle scelte, è Colui che ci conpunge di giudizio e di peccato;lo Spirito Santo è di fondamentale importanza per un figlio di Dio; ci ricorda la Parola di Dio nelle nostre situazioni giornaliere, ci ricorda di non fare vendetta da noi stessi e di gettare tutte le nostre preoccupazioni e le nostre ansietà a Lui (perché lo Spirito Santo v’insegnerà in quell’ora stessa quel che dovrete dire.. Luca 12:12) . 
Allo stesso modo ancora, lo Spirito viene in aiuto alla nostra debolezza, perché non sappiamo pregare come si conviene; ma lo Spirito intercede egli stesso per noi con sospiri ineffabili (Romani 8:26) e ancora Atti 1:8 dice : Ma riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi.. vedete l' importanza dello Spirito Santo? Se hai già ricevuto lo Spirito Santo ogni giorno alimenta il fuoco meditando la parola e ricercando un' intima comunione giornaliera, costante con Dio; prega e bevi dell' acqua della fonte della vita, Egli è colui che lavora in te, ti plasma, ti trasforma, lavora nel tuo carattere , nel tuo modo di pensare, porta pace al cuore e toglie ogni paura.. Lo Spirto Santo trasforma la vita di un cristiano.. affidati a Lui e vedrai come ogni cosa attorno a te cambierà aspetto .Se ancora non ricevuto lo Spirito Santo fratello, sorella, ricercaLo e prega con fede , con amore e desiderio affinché il Signore ti riempia del Suo Spirito ed Egli lo farà..
 
Sorella Valentina Barone

Ci sono diversi tipi di combattimento.Solitamente più grande è la responsabilità, più duro è  il combattimento. Esso avviene in ognuno dei nostri cuori. Ogni giorno è una lotta con il nostro io, il nostro essere egoista, la nostra inclinazione al peccato. Da qui inizia il nostro combattimento tra il bene di Dio e il male con i piaceri del mondo. 
Ogni giorno dobbiamo combattere con il nostro orgoglio, dobbiamo lottare con i nostri dubbi e le nostre incertezze. Combattere il buon combattimento della fede significa che dobbiamo perseverare nella Parola, per fede indipendentemente da quello che sentiamo, da quello che pensiamo o capiamo . Gesù disse: "se perseverate nella mia Parola, siete veramente miei discepoli" (Giovanni 8:31). Dobbiamo rimanere ancorati nella Parola, nella potenza dello Spirito Santo, dobbiamo fare quello che Gesù ci dice ; prendiamo la nostra croce ogni giorno e rinunciamo a noi stessi. (Luca 9:23). Ciascuno di noi va guidato al combattimento, addestrato, curato, siamo chiamati a concquistare la meta , possiamo perdere una battaglia ma non la guerra. Nulla è perduto se Gesù Cristo è con noi , se facciamo Gesù il Capitano delle nostre vite. Fratelli, sorelle rimaniamo fermi in Cristo Gesù. Le battaglie sono dure ogni giorno ma ricordiamo che in Cristo Gesù SIAMO PIÙ CHE VINCITORI .Dio ci benedica.
Sr. Carmela Coppola

"Poiché io conosco i pensieri che ho in mente per voi" dice l Eterno, "pensieri di pace e non di male, per darvi un futuro e una speranza". (Geremia 29:11). Quindi fermiamoci un attimo riflettiamo, su questo versetto che abbiamo citato. Dio ci dice:che  Lui ha per noi pensieri di pace, tranquillità e amore. Lui è nostro padre e un padre si prende cura dei propri figli 'perciò vi dico : chiedete e vi sarà dato ; cercate e troverete, ;bussate e vi sarà aperto. Poiché chiunque chiede riceve chi cerca trova e sarà aperto a chi bussa (Luca 11:9-10). Gettiamo i nostri problemi, le nostre preoccupazioni, le nostre ferite del nostro cuore e anche la gioia l amore verso di Lui. C è un verso della Parola di Dio dice:(1 Pietro 5:7) "gettando su di Lui ogni vostra sollecitudine perché Egli ha cura di voi." Dio è amore, siamo i suoi figli, desidera essere coinvolto nella nostra vita e prendersi cura di noi in modo pratico e reale. (SALMO 119,:50). Questo è il mio conforto nella afflizioni, che la tua parola mi ha vivificato. La Parola di Dio è sempre efficace, ha il potere di placare lo sconforto, lo scoraggiamento, il dolore e di darci una pace perfetta che ci dà forza,, coraggio, gioia,e consolazione. Quando abbiamo bisogno che la pace di Dio inondi i nostri cuori e calmi le acque tempestose che vi si agitano ricorriamo subito a Lui, mettiamo il problema nelle Sue mani chiediamogli d ' intervenire, pienamente fiduciosi che lo farà. Quindi ogni giorno preghiamo con tutto il nostro cuore e fortifichiamo i con la Sua Parola. 

Fr. Pietro Coppola

Essi, dopo aver preso le cose che Mica aveva fatte e il sacerdote che aveva al suo servizio, giunsero a Lais, da un popolo che se ne stava tranquillo e senza timori; lo passarono a fil di spada e diedero la città alle fiamme. 28  Non ci fu nessuno che la liberasse, perché era lontana da Sidone e i suoi abitanti non avevano relazioni con altra gente. (Giudici 18; 27-28). Capita molto spesso che ci isoliamo in noi stessi senza sentire la necessità di avere comunione con Dio perché magari in quel periodo ci sentiamo tranquilli e sereni e ci lasciamo trascinare dai nostri piaceri ma ricordiamoci che il diavolo gira intorno a noi come un leone ruggente per tentare di divorare chi può e in queste occasioni trova via libera per entrare..non spegniamo mai la fiamma che che tiene lo spirito acceso ma sforziamoci di restare sempre in comunione con Dio cosi il diavolo non avrà mai spazio di distruggere la nostra vita...Dio ti benedica buona domenica.                     
 
fr Anselmo Tony