08
Sat, Aug

attesa

  • Aspetta un minuto - Ebrei 12:1

    I soldati che combattevano in una giungla soffocante molti anni fa in Vietnam incontrarono un serio problema. Man mano entravano nella giungla una vite spinosa come l'edera si avvinghiava ai loro corpi e agli attrezzi facendoli rimanere intrappolati. E, più lottavano per liberarsi, ancora più tentacoli della pianta li impigliavano. I soldati soprannominarono l'erba "aspetta un minuto" perché, una volta intrecciati e incapaci di andare avanti, furono costretti a gridare agli altri membri della loro squadra: "Ehi, aspetta un minuto, sono bloccato!" Allo stesso modo, è difficile per i seguaci di Gesù andare avanti quando siamo intrappolati dal peccato. Ebrei 12:1 ci dice di "buttare via tutto ciò che ostacola e il peccato che così facilmente impiglia" e "correre con perseveranza". Ma come si butta via il peccato che ci appesantisce? Gesù è l'unico che può liberarci dal peccato pervasivo nella nostra vita. Possiamo imparare a fissare i nostri occhi su di lui, il nostro Salvatore (Ebrei 12:2). Da soli, possiamo essere disperatamente intrecciati dal nostro peccato, ma Dio vuole che superiamo la tentazione. Non è attraverso la nostra forza, ma la Sua, che possiamo "buttare via" il peccato e correre dietro la Sua rettitudine (I Corinzi 10:13).

     

    Pastore Gabriele

  • Il mio aiuto - Ebrei 13:5-6

    Non ti è mai capitato di fermarti per strada e avere bisogno di qualcuno che ti venga in aiuto? A seconda del posto dove ti trovi avrai bisogno di aspettare in qualche modo del tempo prima che il soccorso arrivi a destinazione. E nel tempo che aspetti non tutto andrà liscio. Magari sarai al freddo, o alle intemperie. Magari sarai nervoso perché il tempo non ti passa mai e non vedi lora di avere prestato soccorso. Sono tutte cose che comprendiamo bene e che certe volte al cinematografo creano situazioni di ilarità nel vedere le disgrazie del povero malcapitato di turno. Anche per i fedeli si sperimenta una cosa simile. Anche per chi crede molto spesso si prega e si chiede a Dio di intevenire ma questo intervento non è immediato ne subitaneo, ma molte volte sembra che ritardi ad arrivare. Ricorda però una cosa: quell'aiuto è garantito. Arriverà sempre. E non tarderà come puoi pensare o credere che sia. Tutto ha un piano e tutto ha uno scopo nella tua via, anche le fermate inattese. Anche i problemi che sembrano insormontabili hanno una loro risposta. Sempre e comunque ricorda che il tuo aiuto viene dal Signore.

     

    Pastore Gabriele

  • La veste è giusta? - Ester 5:1-3

    C'è un tempo per ogni cosa. Ester aveva un grosso problema, il Suo popolo stava per essere sterminato. Poteva farsi prendere dal panico, poteva decidere di abbandonare colui che aveva posto il sigillo su quell'ordine, ma si prese del tempo e capì che non doveva fuggire ne abbandonare il Re ma piuttosto incontrarlo e muoverlo nella direzione del Suo problema. Si guardò intorno e vide che il suo abbigliamento non era consono a ricevere il Re ne a muoverlo a compassione per la sua causa. Passarono tre giorni, tre lunghi giorni, ma alla fine Ester aveva il vestito giusto per incontrarsi con il Re. Era di fronte l'appartamento del e e aspettò trepidante che il Re si muovesse a chiamarla. Entrò nella Casa del Re e trovò quello che stava cercando. Vestiti in modo spiritualmente decoroso. Preparati ad incontrare il tuo Re e non avere fretta. Aspetta che il Re si accorga di te. Quando se ne accorgerà e vedrà che tu hai procacciato quello che Lui vuole, allora sarà pronto a stendere il suo scettro a tuo favore.

    Pastore Gabriele

    Ester 5:1-3 -- 1 Il terzo giorno, Ester si mise la veste reale e si presentò nel cortile interno della casa del re, di fronte all'appartamento del re. Il re era seduto sul trono reale nella reggia, di fronte all'entrata. 2 E quando il re vide la regina Ester in piedi nel cortile, lei si guadagnò la sua grazia; il re stese verso Ester lo scettro d'oro che teneva in mano; ed Ester si avvicinò, e toccò la punta dello scettro. 3 Allora il re le disse: «Che hai, regina Ester? Che cosa domandi? Se anche chiedessi la metà del regno, ti sarà data»