11
Wed, Dec

invidia

  • Invidia e contesa -- Giacomo 3:16

    Non possiamo non invidiare. E' la natura dell'uomo, cercare qualcosa che non ha e, quando la vede, la invidia. Magari non considera effettivamente che ciò che ha val meglio di ciò che vorrebbe avere. Ma, purtroppo, quello che abbiamo noi non lo sappiamo apprezzare. Perché è già nostro e dunque lo conosciamo bene, non ci offre nulla di nuovo. L'uomo vuole sempre conoscere qualcosa di nuovo. L'invidia, però, caro amico che leggi, non è mai sola, si sceglie sempre una grande alleata: la contesa. Invidiare ti porta inconsapevolmente a contendere se non l'oggetto di desiderio tutto il resto... e la contesa genera divisione. Se guardi uno stormo di uccelli in volo ti rendrai conto che, pur non avendo una guida ne un direttore di orchestra, riescono pure a creare formazioni meravigliose e nessuno urta nessun altro. Cambiano direzione insieme, senza pensare in modo diverso. E, sebbene siano una moltitudine, sembrano essere una unica cosa. Al contrario dove vi è contesa e dunque divisione, regna la confusione. E, come ci ricorda la Parola, la confusione non viene da Dio.

    Pastore Gabriele

     

    Giacomo 3:16 -- Infatti dove c'è invidia e contesa, c'è disordine e ogni cattiva azione.