08
Wed, Dec

mani

  • L'imposizione delle mani

    Tra le tante modalità di preghiera per il nostro prossimo, oggi molto spesso viene praticata l'imposizione delle mani, ma cos'è veramente?

  • La preghiera

    L’Apostolo Paolo scrive nella lettera ai Filippesi : 4:6” Non siate con ansietà solleciti di cosa alcuna; ma sieno in ogni cosa le vostre richieste notificate a Dio, per l'orazione e per la preghiera, con ringraziamento”,
    evidenziando in modo inequivocabile il modus operandi da porre in essere durante la preghiera ;or bene noi sappiamo gia’ che la preghiera non deve essere fatta in maniera ripetitiva ,con molteplici parole ripetute a memoria ,quasi in modo meccanico come descritto in:
     Matteo 6:7 Ora, quando farete orazione, non usate soverchie dicerie, come i pagani; perciocchè pensano di essere esauditi per la moltitudine delle lor parole.
    Ed altresì possiamo evincere quale potrebbe essere una delle posture da tenersi in preghiera; poiche’ attraverso essa entriamo in contatto con Dio ,non dimenticando che la preghiera non e’ un atto materiale ma bensì un atto di fede che ci trasporta nel mondo della creatura spirituale, pertanto essendo a stretto contatto con il Creatore padrone di ogni cosa troviamo scritto che le “ ginocchia si pegano”…
     Isaia 45:23 Io ho giurato per me stesso, una parola è uscita della mia bocca, in giustizia, e non sarà revocata: Che ogni ginocchio si piegherà davanti a me, ed ogni lingua giurerà per me.
     Romani 11:4 Ma, che gli disse la voce divina? Io mi son riserbato settemila uomini, che non han piegato il ginocchio all'idolo di Baal.
     Romani 14:11 Perciocchè egli è scritto: Come io vivo, dice il Signore, ogni ginocchio si piegherà davanti a me, ed ogni lingua darà gloria a Dio.
     Filippesi 2:10 acciocchè nel nome di Gesù si pieghi ogni ginocchio delle creature celesti, e terrestri, e sotterranee;
    abbiamo cosi gia’ deliniato 3 aspetti fondamentali da tenersi in “preghiera”….ovvero
    1) Non essere in ansia …ovvero dobbiamo presentare la nostra fede e la nostra certezza in Dio
    2) Non ripetere meccanicamente parole sopra parole ….ma lasciare agire il cuore centro dei sentimenti .
    3) Presentarsi a Dio in ginocchio come segno di umiliazione benche’ non consite in una regola fissa .
    Mi piace sempre portare un esempio : se acquisto un bacio Perugina per mia moglie ella sara’ di un cosi dolce pensiero …ma il bigliettino che trovera’ all’interno del dolcetto benche’ sara’ molto romantico non esprimera’ il mio vero sentimento ,ma portera’ l’espressione di un sentimento altrui …non il mio” ..io sostengo che :
    La preghiera e’ l’espressione di un cuore che si arrende a Dio e si apre ad Esso ed offre il meglio a DIo….
    Bene, avendo ora elencato questi tre aspetti vogliamo tornare al verso contenuto nella lettera ai Filippesi che ci esprime ancora dei termini molto importanti da vagliare ,ovvero:
    “ sieno notificate le vostre richieste a Dio …” il termine notificare significa appunto “comunicare in via ufficiale e in modo formale un fatto all’autorità interessata”….quindi attraverso la notifica io rendo ufficiale la mia “preghiera “ ; la notifica implica la trascrizione della comunicazione da effettuare ed e’ strano pensare di scrivere a Dio …..ma noi abbiamo mai provato a fare cio’…. Scusatemi ma se lo Spirito di Dio non avesse spinto i Santi uomini che ci hanno preceduto a scrivere la Bibbia ,cosa avremmo ricevuto noi??..e’ solo un punto di riflessione ma che mi lascia molto a riflettere…ella tradizione ebraica viene scritta una richiesta a Dio il foglio in cui e’ fatta la richiesta in modo simbolico come odore accettevole a Dio …. Abbiamo cosi aggiunto un quarto tassello ai 3 precedentemente estrapolati
    4) Scrivere notificare le mie richieste a Dio ….
    Ma ancora trovo scritto ; di notificare con orazione e preghiera ,due termini che apparentemente sembrano uguali ,ma che nascondono delle diversita’ enormi ….
    • orazióne s. f. dal lat. oratio -onis che significava discorso……ovvero io parlo con Dio …esprimo i miei sentimenti le mie senzazioni ..appunto come se parlassi con un’amico …in tono solenne posso parlare anche rivolgendomi ad un’assemblea …e questo ci dara’ spunto per il prosequio del trattato
    • preghièra s. f. [dal provenz. preguiera (lat. pop. *precaria, sostantivazione femm. dell’agg. precarius «ottenuto con preghiere; precario»: v. precario1)]. – L’atto del pregare, le parole con cui si prega, secondo i sign. fondamentali del verbo. 1. Richiesta fatta a qualcuno con atteggiamento di umiltà, di sottomissione.
    Ed ancora possiamo delineare due diverse formulazioni dell’approccio con Dio ,una in forma molto privata confidenziale poiche’ di fatto Dio e’ nostro amico ,
     Giovanni 15:15 Io non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo signore; ma vi ho chiamati amici, perché vi ho fatto conoscere tutte le cose che ho udite dal Padre mio.
    ……Un’altra che ci porta alla realta’ ovvero che benche’ egli e’ sempre nostro “amico “ e’ l’Eterno …..Egli decide e noi ci presentiamo a Lui in profonda umiliazione …..
    Ma in ogni caso non dobbiamo mai dubitare del suo aiuto ,talche’ l’apostolo Paolo scrive ….” Con ringraziamento”. …..
    A questo punto abbiamo gia trovato quattro punti fondamentali da ottemperare durante la preghiera e due differenti approcci a Dio ……potremmo citare molti versi a supporto di quanto precedentemente detto ma il nostro intento e’ quello di scoprire quello che la Parola ci dice …..
    Gesu’ ci mostra che Egli pregava in publico - Mt 11:25- , in privato- Mt 14:23- ed ancora possiamo notare come egli attraverso preghiera interceda in favore di quanti hanno bisogno- Lu22:32- differenziando di fatto la tipologia di preghiera a secondo delle “esigenze” …sembrera’ strano quello che abbiamo appena espresso ,ma in maniera molto grossolana possiamo dire che esistono diverse tipologie di preghiera …..privata ,publica,di intercessione di umiliazione ecc.ecc.
    Gesu’ stesso Dice:
     Giovanni 15:16Voi non avete eletto me, ma io ho eletti voi; e vi ho costituiti, acciocchè andiate, e portiate frutto, e il vostro frutto sia permanente; acciocchè qualunque cosa chiederete al Padre nel mio nome, egli ve la dia.
     Marco 11:24 Perciò io vi dico: Tutte le cose che voi domanderete pregando, crediate che le riceverete, e voi le otterrete.

    Ma altresi e’ sottolineato il fatto che non sappiamo chiedere :
     Giacomo 4:3 domandate e non ricevete, perché domandate male per spendere nei vostri piaceri.
    Visto cio’ dobbiamo per forza di causa maggiore delineare dei punti importanti ;come detto precedentemente La preghiera e’ l’espressione di un cuore che si arrende a Dio e si apre ad Esso ed offre il meglio a DIo….
    Pertanto deve portare la purezza e la mitezza di Dio non puo arrogare in se pretese o “favori “ personali atti al raggiungimento di un fine privato,attraverso una richiesta non conforme all’insegnamento Biblico ,esempio “FAMMI DIVENIRE RICCO” o “PROVVEDIMI UNA FERRARI” …..ma come descritto in Luca 12:24 una preghiera deve essere ripiena di certezza e di tesori in Cristo.
    Si possono fare diverse preghiere e vogliamo subito cominciare a descriverne alcuni tipi :
     preghiera nel segreto:
     Matteo 6:6 Ma tu, quando farai orazione, entra nella tua cameretta, e serra il tuo uscio, e fa' orazione al Padre tuo, che è in segreto; e il Padre tuo, che riguarda in segreto, ti renderà la tua retribuzione in palese.
     1Samuele 15 v16-29 (Dio rivela a Samuele la disobbedienza di Saulle)
     Deuteronomio 9:25 Io mi gittai adunque in terra davanti al Signore, per que' quaranta giorni, e quelle quaranta notti, che io stetti così prostrato…..
     Preghiera di notte:
     1Tessalonicesi 3:10 Pregando intentissimamente, notte e giorno, di poter vedere la vostra faccia, e compier le cose che mancano ancora alla fede vostra.
     Genesi 15:5 Poi lo menò fuori, e gli disse: Riguarda ora verso il cielo, ed annovera le stelle, se pur tu le puoi annoverare. Poi gli disse: Così sarà la tua progenie. 6 Ed esso credette al Signore; e il Signore gl'imputò ciò a giustizia.
     1 Samuele 15:11 Io mi pento d'aver costituito re Saulle; perciocchè egli si è rivolto indietro da me, e non ha messe ad esecuzione le mie parole. E Samuele ne fu molto cruccioso, e gridò al Signore tutta quella notte
     Preghiera per i nemici:
     Matteo 5:44 Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano
     Luca 23:34E Gesù diceva: Padre, perdona loro, perciocchè non sanno quel che fanno. Poi, avendo fatte delle parti de' suoi vestimenti, trassero le sorti.
     Preghiera d’intercessione
     Genesi 4:23 Abraamo gli si avvicinò e disse: «Farai dunque perire il giusto insieme con l'empio? 24 Forse ci sono cinquanta giusti nella città; davvero farai perire anche quelli? Non perdonerai a quel luogo per amore dei cinquanta giusti che vi sono
     Tessalonicesi 5:25Fratelli, pregate per noi.
     2Tessalonicesi 3:1 NEL rimanente, fratelli, pregate per noi, acciocchè la parola del Signore corra, e sia glorificata, come fra voi.
     Preghiera per la chiesa
     1 samuele 12:23 Quanto a me, lungi da me il peccare contro il SIGNORE cessando di pregare per voi! Anzi, io vi mostrerò la buona e diritta via.
     Luca 10:2Diceva loro adunque: Bene è la ricolta grande, ma gli operai son pochi; pregate adunque il Signor della ricolta che spinga degli operai nella sua ricolta.
    La preghiera in oltre puo’ essere richiesta …….
     1 Samuele 7: 8 e dissero a Samuele: «Non cessare di pregare per noi il SIGNORE, il nostro Dio, affinché ci liberi dalle mani dei Filistei».
     Ebrei 13:18 Pregate per noi; perciocchè noi ci confidiamo d'aver buona coscienza, desiderando di condurci onestamente in ogni cosa.
    Puo’ ella essere esaudita o non esaudita
     Esodo 15: 25 Egli gridò al SIGNORE; e il SIGNORE gli mostrò un legno. Mosè lo gettò nell'acqua, e l'acqua divenne dolce…….
     Deuteronomio 1:45 Voi tornaste e piangeste davanti al SIGNORE, ma il SIGNORE non diede ascolto alla vostra voce e non vi porse orecchio.
    Abbiamo cosi fatto un buon resoconto sui vari tipi di preghiera che benche’ provenienti tutte dal cuore hanno scopi ed obbiettivi ben precisi ….immaginate se tornando dal deserto ..assetati al posto di chiedere acqua fresca ….chiediate una bevanda calda o peggio del sale ……certo chi vi sta di fronte sa’ che volete dell’acqua ma la vostra richiesta sarebbe opposta alla sua volonta di dissetarvi …cosi avviene un po’ con noi quando andiamo ai piedi del Signore per chiedere e non sappiamo cosa chiedere ne come chiedere ……certo ci sarebbe tanto da dire basta leggere la Parola e vediamo che quando si presentavano davanti a lui prima di formulare ogni richiesta ..si prostavano ed adoravano …. Ma ancora miglior cosa e’ chiedere a Dio cio’ che chiesero i discepoli:
     Luca 11:1 ED avvenne che, essendo egli in un certo luogo, orando, come fu restato, alcuno de' suoi discepoli gli disse: Signore, insegnaci ad orare, siccome, ancora Giovanni ha insegnato a' suoi discepoli.