16
Thu, Sep

Il cestino per le offerte

Riflettiamo

Quel Pastore passando davanti quella casa sempre chiusa, aveva una stretta profonda al cuore, fino a che un bel giorno non decise di fermarsi e scendere a chedere dei suoi abitanti... Con sua grossa sorpresa, ad aprire la porta fun un piccolo bimbo di colore, James, che lo salutò cordialmente

"Bimbo potresti chiamarmi mamma o papà?"

"Non posso, sono usciti entrambi e lavorano. Non rientrano neanche di notte, succede ogni fine settimana, hanno un lavoro abbastanza strano"                                                                            

Quell'uomo sentì accapponare la pelle, come potevano due genitori lasciare solo quella creatura? Improvvisamente, il bimbo si voltò all'indietro e sostenne che il fratellino si era svegliato e che lui doveva andarlo a prendere dalla culla. A quelle parole il Pastore non resistette più si fece coraggio e chiese al bimbo di entrare in casa per dargli una mano. Il bimbo acconsentì. Entrarono nella casa e il bimbo gli mostrò il fratellino come gli aveva prima riferito. Il Pastore chiese notizie     "Ma nel weekend restate completamente soli senza i vostri genitori?"  "Si, certo. I miei genitori lavorano soltanto il sabato e la domenica, siamo molto poveri e non sappiamo come organizzarci diversamente,... in cambio pero durante la settimana possiamo mangiare con i soldi che guadagnano"                                        

"Vuoi che Domani, Domenica passo a prenderti per andare in Chiesa con tuo fratellino cosi almeno state in compagnia?"                        

 "Non so cosa sia la chiesa, puoi spiegarmelo?"                          

"Il Signore Gesù vedendo i nostri sbagli e i nostri errori, si  manifestato in carne e ha donato gratuitamente la sua vita sulla croce per tutti noi affinchè noi possiamo essere salvati. Il dono di Dio è il Suo amore. Egli ci ama e vuole aiutarci a stare bene e a vivere nel migliore dei modi la nostra esistenza."                                          

"Ok ti aspetto domani cosi possiamo andare in questa chiesa ad incontrarci con questo Dio"

L'indomani il pulmino passò e prese i due bimbi che con loro grande sorpresa trovarono due ciambelle calde da mangiare che non li fecero più vedere tanta fame avevano.... Mentre divorano quelle ciambelle il bimbo molto impaziente, continuava a chiedere quanto tempo mancava per incontrarsi con questo Dio. Il Pastore continuava a dire che stavano arrivando e che Dio non se ne andava, lo avrebbe aspettato...

Finalmente arrivò il momento di entrare nella chiesa. Cominciarono i primi canti poi la predicazione della Parola incentrata sul sacrificio di Cristo per noi e del suo amore che non ha prezzo. Alla fine del servizio, poi, passò il cestino delle offerte. Quando il cestino delle offerte fu tra le mani del bimbo, Egli lo tenne in mano, come se fosse indeciso, vedeva i soldi dentro, e piangeva...., dopo qualche attimo di esitazione il diacono lo richamò dolcemente a far passare il cestino agli altri e di non preoccuparsi che per qualsiasi dubbio o problema avrebbe potuto parlare  con ilPastore. Finì il culto e i cestini tavano per essere portati dentro l'altare ma una vocina gridando disse:      "Fermi, per favore, datemi un cestino vuoto...." Qualcuno si affrettò a farlo... Appena il bimbo ebbe il cestino vuoto lo mise a terra davantia se e disse" Signore tu mi ami di un amore eterno, ed io non solo non so come sdebitarmi ma non ho neanche un soldo per poterlo fare..... quindi ti dono tutto me stesso per sempre!" Il bimbo saltò dentro al cestino delle offerte......

Altri Contenuti

Grid List